Scarica il nostro E-Book

Vorresti fare carriera nell’immobiliare?
Sei un agente e vuoi diventare un imprenditore di successo?
Sei alla ricerca di maggiori soddisfazioni economiche?
La risposta è a portata di click ed è Gratis con il nostro E-Book:
“Da Agente Immobiliare a imprenditore di successo: il manuale completo“
Email
Nome
Cognome
Ho letto e accetto l'informativa alla Privacy

Diventare agente immobiliare è solo una questione di vocazione?

Beautiful blond girl looking like a superstar posing and lots of

Negli ultimi trent’anni l’Italia ha vissuto innumerevoli cambiamenti economici che hanno avuto notevoli ripercussioni anche nel mondo immobiliare. La figura dell’agente è sempre stata percepita in modo controverso tra chi sostiene che chi entra nel settore riesce subito a fare fortuna e chi dice che è semplicemente un lavoro di ripiego.

Con l’avvento delle nuove tecnologie, l’agente immobiliare ha dovuto (e deve) fare i conti con un nuovo tipo di approccio lavorativo, andando a ridefinire il suo ruolo. Di sicuro, è una professione che può essere remunerativa se si sono concluse abbastanza vendite, ma non c’è la garanzia che questo accada sistematicamente.

Oggi le vendite di immobili sono diminuite drasticamente a favore degli affitti, a causa di un nuovo stile di vita a cui i millenial si sono dovuti adattare. Si devono spostare spesso per lavoro e investire in una casa fissa non è più visto come un buon affare.

Ma allora ci chiediamo: al giorno d’oggi intraprendere la strada per diventare un agente immobiliare è una questione di vocazione? Oppure di vantaggio economico? Cosa può spingere l’agente a diventare imprenditore? Venti anni fa, cosa si sarebbe visto? Vocazione o convenienza?

Agenti immobiliari ieri e oggi

Anche solo rispetto a 10 anni fa, sono cambiate molte cose nel mondo dell’imprenditoria immobiliare. Nuove leggi, normative, sentenze, nuovi vincoli e obblighi, ma anche l’atteggiamento mentale di chi compra e di chi vende.

Oggi internet è alla portata di tutti e i potenziali acquirenti, informandosi in autonomia, possono acquisire una serie di informazioni che molte volte possono essere sbagliate. Questo crea diffidenza nella figura dell’imprenditore immobiliare, che spesso deve smontare tutti questi concetti sbagliati fatti propri dagli utenti.

Anche per questo motivo, gli agenti immobiliari hanno iniziato ad essere presenti anche online. Oggi, i social network sono dei grandi compagni di viaggio per promuovere servizi e raggiungere i clienti in modo più diretto.

Scarica il nostro E-Book

Vorresti fare carriera nell’immobiliare?
Sei un agente e vuoi diventare un imprenditore di successo?
Sei alla ricerca di maggiori soddisfazioni economiche?
La risposta è a portata di click con il nostro E-Book Gratuito:
“Da Agente Immobiliare a imprenditore di successo: il manuale completo“
Email
Nome
Cognome
Ho letto e accetto l'informativa alla Privacy

Attraverso il web è possibile trovarsi tra colleghi, anche a distanza, e farsi forza vicendevolmente. Questo ha rafforzato l’idea di fondo del franchising, ovvero quella di fare rete e avvalersi della notorietà e credibilità di un brand riconosciuto e affidabile, come Affitta Presto.

Conviene fare l’agente immobiliare?

In un mercato estremamente variabile, il mondo dell’imprenditoria non può dare certezze. Per poter lavorare in questo settore è fondamentale mantenere un rapporto costante con un pubblico eterogeneo, quindi bisogna essere mossi da passione e motivazione.

Ma non basta: per poter avviare un’attività è necessario sostenere delle spese che non tutti si possono permettere. C’è bisogno di una liquidità iniziale. È per questo che il modello del franchising si sta diffondendo sempre più: non si parte da zero ma ci si appoggia a una realtà già consolidata che ammortizza i costi iniziali e dà una spinta all’agente dal punto di vista formativo e comunicativo.

Agente immobiliare: convenienza o vocazione?

Aprire un’agenzia immobiliare propria (con l’aiuto del franchising) significa fare una scelta di vita forte e importante che porta ad imparare ogni giorno nuove strategie. Il contatto con il cliente, inoltre, si fa più diretto.

Almeno in un primo momento, quindi, l’agente immobiliare deve avere una vocazione: deve essere appassionato di marketing e mondo immobiliare, del contatto diretto con le persone e della possibilità di crescere professionalmente pensando a nuovi metodi che si adattino ai tempi attuali e che possano coinvolgere i clienti.

Chi inizia, non deve pensare in modo immediato allo stipendio perché sono tanti i fattori che determinano il guadagno dell’imprenditore. Dall’andamento del mercato alla personale capacità imprenditoriale.

Con il modello del franchising non si è soli ed è possibile chiedere consigli su qualsiasi dubbio venga in mente, si viene appoggiati per poter essere presenti nella propria zona nel modo più efficace, ed è più facile rimanere aggiornati su nuovi decreti o sulle informazioni relative al portafoglio clienti.

Per fare l’agente immobiliare servono dedizione, pazienza, professionalità e tanta voglia di migliorarsi. Le prime volte è possibile sbagliare, ma se si ha alle spalle una rete di professionisti affiliati al franchising di cui si fa parte, il margine di errore diminuisce perché aumenta la consapevolezza, anche grazie alla formazione. È importante, infatti, conoscere le numerose normative e le leggi da seguire, se non si vuole finire nei guai.

Secondo te, invece, fare gli agenti immobiliari oggi è tutta una questione di vocazione? Faccelo sapere con una risposta tramite il form qui sotto oppure contattaci!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>