Scarica il nostro E-Book

Vorresti fare carriera nell’immobiliare?
Sei un agente e vuoi diventare un imprenditore di successo?
Sei alla ricerca di maggiori soddisfazioni economiche?
La risposta è a portata di click ed è Gratis con il nostro E-Book:
“Da Agente Immobiliare a imprenditore di successo: il manuale completo“
Email
Nome
Cognome
Telefono
Ho letto e accetto l'informativa alla Privacy

Regole di base e guida pratica al mondo del Franchising

le regole del franchising

Fare il grande passo di aprire un’attività in proprio può spaventare molte persone: si pensa subito a tutti i costi da sostenere, la responsabilità di mandare avanti una realtà imprenditoriale, il riuscire a trovare abbastanza clienti per dare lavoro a tutti i propri dipendenti.

Da un certo punto di vista l’impegno richiesto è consistente; bisogna darsi da fare sin da prima dell’apertura per preparare al meglio la propria attività. È necessario stabilire un buon business plan, impostare il proprio lavoro e dividere al meglio i vari compiti, e tutto ancora prima di poter aprire la porta e dare il benvenuto ai primi clienti.

Insomma, ci sono molti motivi per non farlo!

Eppure, ci sono tanti altrettanti motivi per aprire un’attività in proprio, soprattutto quando tra le varie soluzioni a disposizione c’è… Il Franchising!

In questo articolo vedremo quindi esattamente come funziona il franchising, partendo dai meccanismi alla base e dai requisiti minimi indispensabili per avviare questo tipo di attività, con una panoramica sui vantaggi principali.

Come funziona il franchising: le basi

Il franchising altro non è che un accordo tra due soggetti. Nella legge 129/2004 troviamo la denominazione ufficiale di franchising, che recita così:

L’affiliazione commerciale (franchising) è il contratto, comunque denominato, fra due soggetti giuridici, economicamente e giuridicamente indipendenti, in base al quale una parte concede la disponibilità all’altra, verso corrispettivo, di un insieme di diritti di proprietà industriale o intellettuale relativi a marchi, denominazioni commerciali, insegne, modelli di utilità, disegni, diritti di autore, know-how, brevetti, assistenza o consulenza tecnica e commerciale, inserendo l’affiliato in un sistema costituito da una pluralità di affiliati distribuiti sul territorio, allo scopo di commercializzare determinati beni o servizi.

In questo accordo commerciale, si hanno quindi due soggetti, economicamente e giuridicamente indipendenti, regolati da un rapporto non di subordinazione ma di affiliazione commerciale, che prevede oneri e benefìci per entrambe le parti.

Il primo soggetto è una società, detta franchisor affiliante, che possiede un marchio con il quale vende prodotti o eroga servizi. Il secondo soggetto, detto franchisee affiliato, può essere una qualsiasi persona, interessata a mettersi in proprio, che desidera vendere gli stessi prodotti o servizi utilizzando il marchio dell’affiliante.

In base a questo contratto quindi, la società che detiene il marchio concederà a questa persona la possibilità di utilizzare il marchio, mettendo a disposizione l’esperienza e le tecniche per consentire a questa persona di vendere i prodotti o erogare i servizi traendone il massimo profitto possibile.

Con know-how, che viene citato anche nella denominazione, si intendono le conoscenze e competenze trasferite dal franchisor al franchisee.

Esse garantiscono al nuovo imprenditore di operare con un rischio imprenditoriale minimo e di operare in una nuova attività fin da subito grazie a tre elementi chiave: formazioneconsulenza e assistenza.

In compenso, il franchisee dovrà riconoscere alla detentrice del marchio un compenso iniziale, chiamato fee d’ingresso, e una percentuale sugli utili periodica, detta royalty.

A volte viene richiesto anche un canone periodico come contributo pubblicitario per le campagne marketing svolte dal brand a livello nazionale e/o locale.

Scarica il nostro E-Book

Vorresti fare carriera nell’immobiliare?
Sei un agente e vuoi diventare un imprenditore di successo?
Sei alla ricerca di maggiori soddisfazioni economiche?
La risposta è a portata di click con il nostro E-Book Gratuito:
“Da Agente Immobiliare a imprenditore di successo: il manuale completo“
Email
Nome
Cognome
Telefono
Ho letto e accetto l'informativa alla Privacy

Nel caso di Affitta Presto, non è previsto nessun contributo di questo tipo.

Come funziona il franchising

Essere agente immobiliare richiede il possesso di alcuni specifici requisiti legislativi.

Certo, nel caso di un’agenzia immobiliare è necessario seguire tutti gli step del settore, e cioè frequentare un corso di abilitazione professionale che dà la possibilità di presentare la domanda d’esame di abilitazione per il conseguimento del patentino d’Agente d’Affari in Mediazione, presso la propria Camera di Commercio.

Ma come funziona il franchising da punto di vista dei requisiti?

Per l’attività in generale ci sentiamo di evidenziarne tre a nostro avviso fondamentali:

  • Valutare le attitudini personali, senza lasciarsi troppo influenzare dalle mode del momento; diventare un imprenditore o un’imprenditrice non è da tutti, dato che vengono richiesti impegno e sacrificio oltre la media. Oltre a questo, bisogna valutare anche la propria conoscenza nel settore in cui ci si vuole cimentare, capendo bene le proprie conoscenze e le aree dove è necessario un approfondimento.
  • Valutare la zona geografica, con particolare attenzione al bacino di riferimento e alla saturazione del mercato; avrebbe poco senso concentrare la propria attività in un paese molto piccolo oppure in un paese di medie dimensioni dove sono già presenti molteplici realtà che offrono gli stessi beni o servizi
  • Valutare se l’investimento richiesto è idoneo alle nostre capacità finanziarie; è vero che il franchising può ammortizzare la spesa iniziale di apertura, ma c’è comunque un costo da sostenere. È opportuno quindi avere chiare le cifre richieste, con tutte le clausole che potrebbero sorgere lungo la strada.

I 3 motivi per cui scegliere il franchising

Dopo aver visto come funziona il franchising, vogliamo elencare brevemente i 3 principali motivi per cui scegliere il franchising.

1. Vantaggi di marketing

Comunicazioni centralizzate e campagne di marketing targetizzate comportano innumerevoli vantaggi in termini di tempo, oltre ad assorbire massivamente i costi da sostenere.

Inoltre, poter contare su un marchio e dunque un’insegna unica, garantisce una comunicazione chiara e globale con grandi benefici per tutti i membri del network, con il solo costo della royalty.

2. Basso rischio imprenditoriale

La formula d’impresa già consolidata e la possibilità di contare su un Know How chiaro e definito consente all’imprenditore di ridurre al minimo i rischi connessi. 

Prima della formazione vera è propria è necessario comprendere la mission del franchisor, capire le metodologie operative e come si relaziona l’azienda con i clienti e con la scelta degli immobili da proporre.

3. Costi d’apertura agenzia contenuti

Aprire un’attività in franchising significa sostenere minori costi di avviamento rispetto all’apertura di una stessa impresa in modo autonomo, grazie al vantaggio delle economie di scala: a fronte della crescita della dimensione del gruppo si ottiene una riduzione sostanziale dei costi.

Vorresti aprire una tua agenzia immobiliareiniziare una carriera nel settore, o sei semplicemente interessato a conoscere più da vicino le opportunità lavorative offerte dal nostro gruppo? Allora contattaci cliccando il bottone qui sotto ed entra a far parte del nostro franchising!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>