Scarica il nostro E-Book

Vorresti fare carriera nell’immobiliare?
Sei un agente e vuoi diventare un imprenditore di successo?
Sei alla ricerca di maggiori soddisfazioni economiche?
La risposta è a portata di click ed è Gratis con il nostro E-Book:
“Da Agente Immobiliare a imprenditore di successo: il manuale completo“
Email
Nome
Cognome
Ho letto e accetto l'informativa alla Privacy

Da collaboratore immobiliare ad imprenditore

Collaboratore immobiliare

Sempre più spesso veniamo contattati da persone che partono da una situazione comune: si tratta di quel folto gruppo composto dalla figura del collaboratore immobiliare che, stanco della propria precarietà, comincia ad informarsi e a muoversi per saperne di più sul come diventare imprenditori.

La figura del collaboratore immobiliare, a nostro avviso, è molto svantaggiata nel nostro settore, perché dà pochissime possibilità di fare carriera ma deve assumersi comunque gli oneri e le responsabilità di un imprenditore.

Ma vediamo maggiormente nel dettaglio le caratteristiche che definiscono il collaboratore immobiliare.

Il collaboratore immobiliare

La figura del collaboratore immobiliare è probabilmente quella più sfruttata dalle agenzie, a cominciare dallo stipendio medio e dalla sua composizione; la maggior parte delle volte infatti si basa su un fisso + provvigione, sempre molto variabile e poco sicuro.

In molti articoli vengono fatti svariati calcoli per cercare di individuare il valore medio, ma a nostro avviso è troppo fuorviante per poter essere un indicatore affidabile; lo stipendio infatti è determinato da molti parametri e non è possibile considerarli tutti per arrivare ad una cifra quantomeno precisa.

Proprio questa volatilità è alla base delle condizioni di lavoro poco stimolanti, con un diffuso sfruttamento da parte dei titolari dell’agenzia che si appoggiano su queste figure per il procacciamento di affari a basso costo.

I risultati poi sono sotto gli occhi di tutti, considerando anche il poco investimento che viene fatto su queste figure: non venendo formati in maniera precisa e puntuale i rapporti professionali rischiano di essere fuorvianti o addirittura dannosi per il cliente finale, con un impatto negativo sulla reputazione del professionista e una pessima esperienza per il compratore.

Date queste premesse risulta ben chiaro che operare in queste situazioni non valorizza la prestazione professionale, e certamente non stimola la crescita personale. Vediamo quindi cosa caratterizza invece la figura dell’imprenditore e le principali differenze esistenti tra le due professioni.

Perché conviene diventare imprenditore

Diventare imprenditori immobiliari è un processo che richiede costanza ed impegno; certo, ha sicuramente dei vantaggi ed aspetti positivi se confrontato con la figura di collaboratore, ma lungi da noi volervi far credere che sia come bere un bicchier d’acqua.

Scarica il nostro E-Book

Vorresti fare carriera nell’immobiliare?
Sei un agente e vuoi diventare un imprenditore di successo?
Sei alla ricerca di maggiori soddisfazioni economiche?
La risposta è a portata di click con il nostro E-Book Gratuito:
“Da Agente Immobiliare a imprenditore di successo: il manuale completo“
Email
Nome
Cognome
Ho letto e accetto l'informativa alla Privacy

Non ci si sveglia imprenditori da un giorno all’altro, e la determinazione è sicuramente un aspetto necessario per avere successo nel settore. Questo non per scoraggiarvi dalla vostra idea aziendale, ma per mettere in guardia che per raggiungere il successo bisogna sapersi rimboccare le maniche.

È proprio questa la chiave di svolta dal rimanere un collaboratore sfruttato e senza prospettive al poter puntare al successo e alla crescita personale e professionale; l’imprenditore immobiliare deve sicuramente fare i conti con la realtà dei fatti, ma le opportunità esistono e non si devono continuamente scontrare con i limiti che l’agenzia di qualcun’altro ti impone.

Posto che la vita da libero professionista (effettivo, non un dipendente di fatto con partita iva) ha comunque delle difficoltà, bisogna tenere a mente che tra l’essere in continua frustrazione e l’essere abbandonati a sé stessi c’è una strada intermedia che collima i difetti di entrambe: il franchising.

I vantaggi di Affittapresto

Noi di Affittapresto fondiamo la nostra realtà sul franchising, e possiamo affermare di supportare la crescita del libero professionista. Attenzione: per noi non sarai mai un collaboratore. Ai nostri clienti diamo gli strumenti, ma poi spetta a loro utilizzarli al meglio; proprio come per un fabbro a cui vengono regalati incudine e martello, spetta a lui imparare a battere il ferro con maestria.

Il franchising è una soluzione che appunto fornisce all’imprenditore immobiliare la giusta base di partenza, le fondamenta per costruire la propria realtà, per un vantaggio reciproco: mentre l’imprenditore sfrutta il marchio, il know-how, la formazione che il franchisor può dargli, Affittapresto aumenta la propria professionalità e può contare tra le proprie fila un elemento aggiuntivo di spicco e professionalità.

La formazione, sebbene sia la parte più importante, non è l’unico vantaggio che siamo in grado di offrire: grazie alla nostra realtà già strutturata possiamo garantirti:

  • la visibilità di un marchio solido e affidabile;
  • consulenza legale e fiscale per l’avvio della nuova attività in completa tranquillità;
  • un piano di marketing e comunicazione centralizzato, da cui ogni affiliato può trarne beneficio;
  • completa libertà territoriale, per non avere nessun tipo di vincolo nella tua crescita.

Questi sono solo alcuni dei benefici che puoi trovare diventando franchisee di Affittapresto. Se vuoi scoprirli tutti o se semplicemente vuoi saperne di più, non esitare a contattarci: siamo sempre a tua disposizione per chiarire ogni tuo dubbio!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>