Scarica il nostro E-Book

Vorresti fare carriera nell’immobiliare?
Sei un agente e vuoi diventare un imprenditore di successo?
Sei alla ricerca di maggiori soddisfazioni economiche?
La risposta è a portata di click ed è Gratis con il nostro E-Book:
“Da Agente Immobiliare a imprenditore di successo: il manuale completo“
Email
Nome
Cognome

Mercato degli Affitti: qual è la situazione in Italia?

Il mercato immobiliare degli affitti in Italia ha subito nel corso degli anni cambiamenti repentini del suo andamento, e oggi, con alcuni dati molto interessanti alla mano, vogliamo portarvi alla luce la situazione attuale.

QUI TROVI I DATI SUL MERCATO DEGLI AFFITTI NEL 2015-2016

A farla da padrone sono ancora gli immobili in affitto ad uso abitativo, che vanno a sormontare letteralmente la compravendita di abitazioni. Basti pensare al fatto che nel 2012 i dati registrati sono stati fortemente negativi per la compravendita (-25% di transazioni).

Dall’altro lato invece, il numero degli affitti è in continua crescita e nel 2014 abbiamo visto un aumento del 6,09% rispetto all’anno precedente, secondo FIAIP (Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali).

In realtà comunque è dall’inizio della crisi del settore delle compravendite che il mondo dell’affitto ha visto un picco del numero di transazioni, fino ad arrivare a quasi 1 milione e mezzo di contratti d’affitto stipulati all’anno.

A fronte di un mercato delle vendite che conta 400.000 transazioni l’anno “gestite” da circa 42000 agenti immobiliari, gli affitti ammontano a 1.500.000 e gli agenti specializzati nel settore della locazione sono appena 2000. 
Dunque, la domanda supera di gran lunga l’offerta, a differenza del settore della compravendita. Facile intuire e calcolare dove si “nascondono” le opportunità più interessanti del mercato immobiliare italiano odierno.

Perché è più agevole affittare un immobile invece di acquistarlo?

L’Italia non può essere considerata una nazione che sostiene in modo adeguato il delicato problema dell’abitazione. Basti pensare al fatto che i mutui sono tra i più cari d’Europa, vi sono poche case popolari e sono molto scarsi gli investimenti nell’edilizia pubblica residenziale.

Nel nostro paese, l’affitto è senza dubbio la strada migliore rispetto all’acquisto, sia per le agevolazioni contrattuali e fiscali, sia per la semplicità sul lato bancario.

I dati ci portano alla luce informazioni importanti per capire cosa il popolo preferisce al giorno d’oggi, o comunque cosa è costretto a scegliere per mancanza di tranquillità e semplicità nel settore della compravendita immobiliare.

Scarica il nostro E-Book

Vorresti fare carriera nell’immobiliare?
Sei un agente e vuoi diventare un imprenditore di successo?
Sei alla ricerca di maggiori soddisfazioni economiche?
La risposta è a portata di click con il nostro E-Book Gratuito:
“Da Agente Immobiliare a imprenditore di successo: il manuale completo“
Email
Nome
Cognome

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze certifica che i contratti di affitto di immobili abitativi regolarmente registrati all’Agenzia delle Entrate sono passati da poco più di 1.250.000 nel 2010 a quasi 1.500.000 nel 2012, con un aumento del 15% nel biennio.

Di fatto, oggi l’affitto viene vissuto come meno vincolante e anche più conveniente, tenendo conto delle dinamiche del mercato del lavoro e dell’atteggiamento delle Banche nella concessione di prestiti. Questi ultimi oggi vengono rilasciati con maggiore cautela, chiedendo anche maggiori garanzie rispetto a prima.

Tutto ciò limita o comunque allontana dal mercato delle compravendite immobiliari tutti coloro intenzionati magari ad acquistare una casa che risponda alle loro necessità. Preferiscono invece puntare direttamente alla stipulazione del contratto d’affitto.

C’è il rischio che vi sia poca offerta d’affitti?

In effetti no, perché molti proprietari hanno preso la decisione di spostarsi verso il mercato degli affitti. Se non riescono a vendere al loro prezzo, questa risulta senz’altro la soluzione migliore.

La locazione risulta di fatto la modalità contrattuale abitativa più diffusa e utilizzata nel panorama nazionale italianoFranchising immobiliari specializzati in affitti come Affitta Presto, sono nati proprio per agevolare la ricerca di un’abitazione in affitto che comunque possa rispondere alle necessità del richiedente.

Quale sarà il futuro del settore immobiliare?

Una crescita c’è ed è costante seppur così minima e impercettibile. Per quanto riguarda i prezzi continueranno a calare per tutto il 2015, anche se con il piccolo aumento della domanda, si avrà una graduale crescita dei prezzi degli immobili.

La brutta notizia è che si dovrà aspettare il 2017 per risultati concreti.

Cosa fare nel frattempo?

Il mercato della locazione prosegue senza sosta, e le agenzie immobiliari disseminate nel territorio nazionale hanno il compito di favorire la domanda con l’offerta.

Anche noi di AffittaPresto, sulla scia positiva del mercato, abbiamo registrato un incremento (di immobili affittati) del 7,5% nell’ultimo anno; una crescita dunque superiore alla media nazionale, grazie alla formula innovativa e alla rapida espansione sul territorio.

Se sei interessato ad una carriera nell’immobiliare, puoi contattarci e richiedere maggiori informazioni in questa pagina.

Vorresti metterti in proprio e aprire una tua Agenzia?

Se invece sei pronto per il “grande salto” imprenditoriale e vorresti aprire un’agenzia tutta tua, siamo pronti a fornirti tutto il supporto e formazione necessari, non devi far altro che contattarci senza impegno e risponderemo ad ogni tuo dubbio o richiesta.

5 responses on “Mercato degli Affitti: qual è la situazione in Italia?

  1. maria

    …ma perché non parlate mai dei rischi che si corrono? Di questi tempi è facilissimo ritrovarsi con un inquilino moroso,e allora apriti cielo! Avvocati, documenti,tribunale,sfratto, e spese a volontà. Sempre sperando di non perdere tutti i soldi degli affitti non riscossi e di non arrivare mai all’ufficiale giudiziario. Ricordatevi sempre che ogni rosa ha le sue spine!

    1. Affitta Presto

      Ciao Maria, hai pienamente ragione! Proprio più volte abbiamo sottolineato l’importanza di affidarsi ad un’agenzia che sappia “fornire” inquilini referenziati, evitando così brutte sorprese. E viceversa.

      1. maria

        …ma secondo te bastano solo delle “referenze” per evitare i guai? Se così fosse perché le banche hanno chiuso i rubinetti e concedono prestiti solo con il contagocce e con mille garanzie? Ricordati il caso Lehman Brothers: una delle banche più affidabili del mondo finita nella spazzatura nel giro di pochissimo tempo! …meditate,gente,meditate…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>