Scarica il nostro E-Book

Vorresti fare carriera nell’immobiliare?
Sei un agente e vuoi diventare un imprenditore di successo?
Sei alla ricerca di maggiori soddisfazioni economiche?
La risposta è a portata di click ed è Gratis con il nostro E-Book:
“Da Agente Immobiliare a imprenditore di successo: il manuale completo“
Email
Nome
Cognome
Telefono
Ho letto e accetto l'informativa alla Privacy

La parola “franchising” e il suo significato: qualche approfondimento

business man writing franchise

Nel nostro blog abbiamo già analizzato quali sono i vantaggi nell’aprire un’agenzia immobiliare in franchising, dalla formazione e il supporto continuo alla riduzione dei costi complessivi grazie al vantaggio delle economie di scala.

In questo articolo ci concentreremo sul significato della parola franchising, le sue componenti principali e i termini più importanti per l’apertura di questo tipo di soluzione.

Nonostante questa formula sia utilizzata in diversi ambiti commerciali e settori di mercato, andiamo a vedere come il franchising può essere coniugato nell’ambito immobiliare e quali parti è opportuno considerare per questo settore specifico.

Il significato del termine “franchising”

Con la parola franchising si intende un accordo di collaborazione tra due soggetti diversi: da una parte l’azienda, il cui termine tecnico è franchisor, cioè affiliante, e dall’altra una società o una persona fisica che prende il nome di franchisee, cioè l’affiliato.

Attraverso un accordo di questo genere, instaurato con una precisa formula commerciale, il franchisor, che la maggior parte delle volte è un produttore o un distributore di beni o servizi, concede il diritto di utilizzare il proprio marchio, esperienze e know-how per la commercializzazione dei propri prodotti o servizi.

Chiaramente, per l’accesso a questo tipo di servizi e beni, necessari per il corretto svolgimento dell’attività immobiliare, il franchisee è tenuto a sostenere dei costi, da tenere in considerazione nel momento dell’apertura, ma che risultano essere molto inferiori rispetto all’avvio di un’attività per conto proprio.

Questo è solo uno dei svariati motivi per cui conviene optare per il franchising.

Quali costi devi sostenere per far parte di un franchising?

In fase di accordo iniziale, per far sì che il franchisee abbia accesso ai servizi e ai benefici offerti dal franchisor per avviare la propria attività immobiliare, è previsto il versamento di una quota chiamata Fee di ingresso, o diritto di entrata, con la quale il franchisor ammortizza le spese da dover sostenere per l’avviamento dell’attività.

Scarica il nostro E-Book

Vorresti fare carriera nell’immobiliare?
Sei un agente e vuoi diventare un imprenditore di successo?
Sei alla ricerca di maggiori soddisfazioni economiche?
La risposta è a portata di click con il nostro E-Book Gratuito:
“Da Agente Immobiliare a imprenditore di successo: il manuale completo“
Email
Nome
Cognome
Telefono
Ho letto e accetto l'informativa alla Privacy

Dal punto di vista legale, all’interno dell’art. 3 della legge n. 129/2004 è possibile trovare una definizione chiara del termine:

<<[…]una cifra fissa rapportata anche al valore economico e alla capacità di sviluppo della rete, che l’affiliato versa al momento della stipula del contratto di affiliazione commerciale.>>

Come viene calcolata la fee d’ingresso?

È l’azienda franchisor che calcola l’ammontare della fee d’ingresso tenendo in considerazione tutti i fattori ed elementi che caratterizzano il valore dell’azienda. 

Pensiamo, ad esempio al numero di servizi offerti dalla casa madre al nuovo affiliato, all’esperienza accumulata negli anni, alla capacità di sviluppo della rete di franchising sul territorio, alla brand awareness dell’azienda ecc…

Affitta Presto richiede ai suoi affiliati fee d’ingresso che permettono di avere accesso a numerosi elementi come:

– formazione e supporto prima dell’apertura;
– affiancamento di un tutor per esporre i programmi, le iniziative e le priorità in fase di inizio dell’attività;
– seminari e corsi di approfondimento sul settore della locazione;
– utilizzo di un brand, un’immagine coordinata, layout e materiale brandizzato Affitta Presto;
– affiancamento nella ricerca del negozio ideale;
– allestimento completo dell’agenzia;
– fornitura di contrattualistica e modulistica necessaria

E molto altro! Leggi tutti i nostri vantaggi cliccando qui.

Le Royalties a cosa servono?

Se le fee di ingresso è prevista solamente all’inizio dell’attività, le Royalties possono essere considerate come il corrispettivo mensile che il franchisee è tenuto a versare al franchisor, a titolo di remunerazione dei servizi concessi da quest’ultimo.

Il pacchetto di servizi infatti è composto da vari elementi che l’affiliato usufruisce in maniera continuativa e per i quali quindi è prevista una remunerazione dilazionata nel tempo, come ad esempio l’utilizzo del marchio e la sua licenza d’uso, il know-how ed il supporto continuo.

Anche in questo caso ci viene fornita una definizione a livello legislativo, all’interno dell’art. 1, 3° comma, lett. c) della Legge n. 129/2004:

<<[…]una percentuale che l’affiliante richiede all’affiliato commisurata al giro d’affari del medesimo o in quota fissa, da versarsi anche in quote fisse periodiche.>>

Le royalties Affitta Presto sono equilibrate e pensate in modo da agevolare il nuovo affiliato soprattutto nella fase di partenza. La tua royality sarà proporzionata in base al numero di abitanti e di contratti sviluppati nella tua città di riferimento.

Per rimanere aggiornato sull’evoluzione del mondo immobiliare e sui vantaggi del franchising, segui il nostro blog e iscriviti in modo gratuito alla nostra newsletter.

Riceverai consigli esclusivi e le migliori strategie per migliorare il tuo business!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>