Scarica il nostro E-Book

Vorresti fare carriera nell’immobiliare?
Sei un agente e vuoi diventare un imprenditore di successo?
Sei alla ricerca di maggiori soddisfazioni economiche?
La risposta è a portata di click ed è Gratis con il nostro E-Book:
“Da Agente Immobiliare a imprenditore di successo: il manuale completo“
Email
Nome
Cognome
Telefono
Ho letto e accetto l'informativa alla Privacy

Lo stipendio medio di un agente immobiliare: come aumentarlo

b

Prima di inoltrarci nell’analisi dell’entrata media di un professionista del mercato immobiliare è giusto identificare la presenza di due figure chiave all’interno di questo contesto:

l’agente immobiliare e l’imprenditore.

  • Agente immobiliare
    Per chi decide di tentare con la carriera immobiliare, la strada sarà lunga e tortuosa. All’inizio sarà necessario fare esperienza, il contatto con i clienti sarà limitato, e di conseguenza lo saranno anche le entrate.

    Durante questo periodo iniziale non è garantito uno stipendio fisso, ma in ogni caso la maggior parte del gioco è costituito dalle provvigioni, che variano molto da agenzia ad agenzia.

  • Imprenditore
    Se prendiamo in considerazione i guadagni di un imprenditore immobiliare, ovvero il titolare di un’agenzia, il discorso cambia completamente. In questo caso non si può parlare di una vera e propria mensilità, in quanto le spese relative alla gestione sono diverse, e vanno dai costi del personale, all’affitto, alle bollette.

    Possiamo dire però che il punto di forza per chi lavora autonomamente è la libertà, totalmente basata sulle capacità imprenditoriali e gestionali dell’individuo. L’imprenditore immobiliare può creare un portafoglio clienti adatto al suo sistema di lavoro: più ricco sarà il catalogo, e più ricche saranno le possibilità di guadagno.

Il guadagno medio di un agente immobiliare

Lo stipendio di agente immobiliare può variare anche di molto. Lo stipendio cambia a seconda delle vendite effettuate e a seconda della posizione occupata, ovvero che sia titolare di una filiale di un grande o di un piccolo gruppo, che sia il titolare di un’agenzia aperta privatamente o che sia un dipendente.

A seconda del ruolo ricoperto e della fama dell’agenzia lo stipendio cambia.

In media la percentuale che un agente immobiliare riceve sulla vendita di un immobile va dall’1 al 3% del valore della transazione. In sintesi, se un agente immobiliare riuscisse a chiudere una vendita di 100 mila euro potrebbe guadagnare dai 1000 fino ai 3000 euro.

Scarica il nostro E-Book

Vorresti fare carriera nell’immobiliare?
Sei un agente e vuoi diventare un imprenditore di successo?
Sei alla ricerca di maggiori soddisfazioni economiche?
La risposta è a portata di click con il nostro E-Book Gratuito:
“Da Agente Immobiliare a imprenditore di successo: il manuale completo“
Email
Nome
Cognome
Telefono
Ho letto e accetto l'informativa alla Privacy

Un agente immobiliare dipendente alle prime armi in genere viene utilizzato per cercare immobili in vendita o in affitto che non siano ancora legati ad una agenzia e in alcuni casi riceve un piccolo rimborso spese che va dai 400 ai 700 euro a seconda del lavoro svolto e dell’agenzia di riferimento.

Questa però non è una garanzia, non tutte le agenzie immobiliari offrono rimborsi spese o piccoli compensi agli agenti alle prime armi.

Ricorda che all’inizio si tratterà di investire tempo e di seguire una strada in salita.

Solo dopo che l’agente avrà imparato come muoversi e come lavorare potrà iniziare con le vendite e guadagnare con le provvigioni. Purtroppo un agente immobiliare non avrà mai uno stipendio fisso sempre uguale ogni mese.

Come aumentare lo stipendio medio?

In un ambiente ricco di incertezza che contribuisce inevitabilmente a far variare lo stipendio mensile, la cosa giusta da fare è affidarsi a chi è in grado di fornire qualche sicurezza in più. Non vogliamo mettere in dubbio la professionalità di chi intraprende questa strada, ma di certo un supporto ulteriore non può che giovare sulla retribuzione mensile.

Dato che la maggior parte dello stipendio è dovuta dal numero di clienti, è ovvio che il contatto con un maggior quantitativo di clienti effettivi e potenziali porta senza dubbio ad una chiusura di contratti maggiore.

La qualità del servizio offerto poi si riflette indubbiamente sugli introiti, ma la professionalità non è l’unico elemento che influisce sull’acquisizione di nuovi clienti: è necessario infatti saper organizzare al meglio il proprio lavoro, farsi vedere nel mercato con apposite campagne di marketing, capire quali sono le dinamiche per aumentare la propria competenza e considerarsi completamente formati nel proprio ambito.

Per questo la soluzione in franchising potrebbe rappresentare una garanzia maggiore per l’incremento dei propri introiti; si tratterebbe di operare in un ambiente più seguito e supportato dall’expertise di un marchio già operante con successo sul mercato.

Per tutte le informazioni ti invitiamo a contattarci, saremo sempre disponibili a darti tutti i dettagli di cui hai bisogno e, se lo desideri, anche qualche dato aggiuntivo sull’andamento delle nostre agenzie.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>