Scarica il nostro E-Book

Vorresti fare carriera nell’immobiliare?
Sei un agente e vuoi diventare un imprenditore di successo?
Sei alla ricerca di maggiori soddisfazioni economiche?
La risposta è a portata di click ed è Gratis con il nostro E-Book:
“Da Agente Immobiliare a imprenditore di successo: il manuale completo“
Email
Nome
Cognome
Ho letto e accetto l'informativa alla Privacy

Come trovare l’inquilino ideale senza rischi o pentimenti

inquilino ideale

Quando un proprietario di un immobile si rivolge a noi per trovare il giusto inquilino a cui affittarlo, come agenti dobbiamo garantire un servizio d’eccellenza e di grande professionalità.

Trovare l’inquilino ideale non è solo frutto del caso.

Chi vuole mettere in affitto una proprietà è spaventato dalla possibilità di trovare un inquilino moroso, o nel peggiore dei casi ritrovarsi con un immobile danneggiato. Ed è ciò che come agenti immobiliari dobbiamo cercare di evitare il più possibile.

Come si sceglie l’inquilino ideale?

C’è sempre la paura di incappare in brutte sorpreseDa dove cominciare allora?

1. Affidarsi ad un professionista

La regola primaria è proprio quella di affidarsi ad un professionista esperto, formato e capace. Gli agenti che fanno parte del nostro gruppo in franchising, per esempio, sono supportati a 360° ed hanno una formazione completa ed elevata su tutto il mondo immobiliare e sulla corretta gestione di una vendita.

Sei un Agente che vuole diventare imprenditore immobiliare? Apri la tua agenzia in Franchising con Affitta Presto!

2. Promuoversi nel modo giusto

Anche l’immobile vuole la sua parte, e pubblicare un buon annuncio è fondamentale. Deve essere completo e con foto di qualità.

Vuoi approfondire? Leggi anche Home Staging, di cosa si tratta e perché è una tecnica di vendita efficace

Per esempio, se l’appartamento ha un terrazzo molto grande o molto piccolo, è fondamentale che venga specificato nell’annuncio. In questo modo chi lo visualizza può prendere in considerazione l’immobile o scartarlo a seconda delle proprie necessità, evitando così ad entrambi di perdere del tempo.

3. Stabilire il target

Inquadrare da subito la tipologia dell’inquilino ideale può essere d’aiuto nella ricerca.

È bene indirizzare l’annuncio ad una certa fascia d’età o pensare ai componenti di un nucleo familiare. Per esempio, un appartamento di modeste dimensioni può essere adatto per una coppia giovane o per una coppia con figli già grandi.

Scarica il nostro E-Book

Vorresti fare carriera nell’immobiliare?
Sei un agente e vuoi diventare un imprenditore di successo?
Sei alla ricerca di maggiori soddisfazioni economiche?
La risposta è a portata di click con il nostro E-Book Gratuito:
“Da Agente Immobiliare a imprenditore di successo: il manuale completo“
Email
Nome
Cognome
Ho letto e accetto l'informativa alla Privacy

4. Conoscere l’inquilino

Organizzare un incontro conoscitivo tra il proprietario e l’inquilino, o richiedere delle referenze da un precedente proprietario può essere un valido aiuto per prendere una decisione serena.

Per conoscere le abitudini del futuro inquilino si potrebbe addirittura far compilare un questionario, oppure parlare con un altro proprietario per fare luce sulle questioni più pratiche prima della stipula del contratto.

5. Diffidare dalla perfezione

L’inquilino perfetto non esiste!

Chi vanta una condotta impeccabile sicuramente sta cercando di oscurare dettagli sui quali è meglio “indagare” più a fondo. Fidarsi è bene, ma attenzione a chi cerca di fare una buona impressione a tutti i costi.

Come si tutela un proprietario?

Per un agente immobiliare è di fondamentale importanza la buona impressione e soprattutto il lavoro svolto in maniera diligente e sicura. Ecco che il proprietario sarà poi ben felice di come è stata chiusa la trattativa e potrà richiederti in futuro ulteriori attività.

Una volta trovato il possibile inquilino, prima di stipulare il contratto devono essere tenute in considerazione alcune questioni di tipo economico e burocratico.

1. Definire una cauzione

Richiedere un deposito cauzionale è molto utile nel caso in cui l’immobile venisse danneggiato o le ultime mensilità non pagate. La cauzione non può superare le tre mensilità, ma aiuterà il proprietario a tutelarsi in caso di danni.

2. Firmare una polizza

Far firmare un’assicurazione però può essere una buona opzione nel caso in cui all’interno dell’immobile siano presenti mobili di pregio, oppure se gli inquilini possiedano animali che potrebbero provocare danni ingenti agli infissi o ai pavimenti.

3. Riduzioni d’imposta

Questa possibilità non è fruibile in tutti i comuni, ma nel caso lo fosse si può usufruire dello sconto sulla cedolare secca.

4. Fideiussione

Sempre in alternativa alla cauzione, si può chiedere ad un istituto bancario di coprire il pagamento di eventuali morosità da parte dell’inquilino, in base alle garanzie fornite dallo stesso.

Affidarsi all’istinto quindi è bene, ma favorire la tutela del proprietario è meglio. Fare una scelta considerando i punti sopra citati può aiutare a gestire bene un contratto di affitto ed evitare situazioni spiacevoli.

Sei un agente immobiliare professionista e vuoi diventare un perfetto imprenditore immobiliare? Con noi puoi!

Siamo un gruppo in franchising dinamico e sempre sul pezzo, formiamo i nostri agenti per essere il top sul mercato. Contattaci per maggiori informazioni oppure iscriviti alla newsletter per non perdere nessun prossimo articolo del blog!

One response on “Come trovare l’inquilino ideale senza rischi o pentimenti

  1. Luca

    Salve, dovrei affittare il mio appartamento e vorrei maggiori informazioni relative all’assicurazione (ho provato a chiedere fidejussione ma scappano tutti..). Nel caso poi ve ne occupereste voi o devo rivolgermi ad una assicurazione esterna ? grazie per l’attenzione, in attesa riscontro saluti. Luca Marchetti.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>