Scarica il nostro E-Book

Vorresti fare carriera nell’immobiliare?
Sei un agente e vuoi diventare un imprenditore di successo?
Sei alla ricerca di maggiori soddisfazioni economiche?
La risposta è a portata di click ed è Gratis con il nostro E-Book:
“Da Agente Immobiliare a imprenditore di successo: il manuale completo“
Email
Nome
Cognome
Telefono
Ho letto e accetto l'informativa alla Privacy

Imprenditoria femminile immobiliare: finanziamenti e agevolazioni 2017

imprenditoria femminile

Il lavoro di imprenditore comporta molte responsabilità, ma è una professione ricca di gratificazioni sia dal punto di vista professionale che personale.

In un momento di crisi come questo, in cui c’è un altissimo tasso di disoccupazione anche giovanile, molte persone hanno deciso di intraprendere la carriera imprenditoriale, diventando capi di se stessi e mettendosi alla prova.

Fra queste persone che si lanciano in una nuova avventura molte sono donne, soprattutto in ambito immobiliare. Donne che decidono di mettersi in gioco per se stesse, per creare qualcosa e portarlo avanti con passione e dedizione.

Sempre di più vengono riconosciute come figure di rilievo sul mercato, e questo non fa che accrescere le possibilità per le quote rosa. Ma esistono delle agevolazioni per l’ imprenditoria femminile? Quali sono e come funzionano?

Agevolazioni per l’imprenditoria femminile

Per incentivare l’imprenditoria femminile l’Europa ha messo a disposizione dei contributi a fondo perduto, ovvero dei prestiti agevolati che prevedono una quota di capitale che non deve essere rimborsata dal richiedente. Sono quindi una grande opportunità per ottenere il denaro necessario per investire in un’attività.

Per usufruire di tali agevolazioni sono state impostate delle norme, in modo da regolamentare l’emissione dei prestiti. Questi finanziamenti sono stati stanziati per le donne, con l’intento di garantire pari opportunità all’ imprenditoria femminile.

Purtroppo ancora oggi, spesso per motivi culturali, la donna è penalizzata sotto molti punti di vista. C’è bisogno di garantire quindi le stesse possibilità nell’imprenditoria, destinando alla categoria femminile degli speciali contributi a fondo perduto.

Finanziamenti a fondo perduto per imprenditrici donne

I prestiti a fondo perduto possono essere utilizzati dalle piccole e medie imprese che necessitano di investire in macchinari e attrezzature, quindi beni strumentali, e sono una grande opportunità anche per chi decide di avviare una nuova impresa, oppure ne rileva una già esistente.

Intraprendere la carriera imprenditoriale è un grande passo e una grande responsabilità, anche economica. Ecco perchè avere la possibilità di usufruire di un fondo è sicuramente un grande incentivo per le donne che decidono di mettersi in proprio, creando una nuova azienda, e perchè no, creando nuovi posti di lavoro permettendo al mercato di ampliarsi.

Scarica il nostro E-Book

Vorresti fare carriera nell’immobiliare?
Sei un agente e vuoi diventare un imprenditore di successo?
Sei alla ricerca di maggiori soddisfazioni economiche?
La risposta è a portata di click con il nostro E-Book Gratuito:
“Da Agente Immobiliare a imprenditore di successo: il manuale completo“
Email
Nome
Cognome
Telefono
Ho letto e accetto l'informativa alla Privacy

A partire da Gennaio 2017 è possibile presentare le domande di accesso per i contributi messi a disposizione dal Ministero. Il fondo a disposizione conta 500 milioni di euro, ma la scadenza è stata fissata per Dicembre 2018. Questa opportunità è davvero molto interessante, e siamo sicuri che i fondi potrebbero terminare prima del termine del bando, quindi meglio affrettarsi.

Ma quali sono i requisiti per accedere ai fondi?

Contributi a fondo perduto: come ottenerli?

Ogni bando prevede delle caratteristiche e dei requisiti per accedere al fondo. Per l’anno 2017 ecco chi può fare domanda:

    • le ditte individuali gestite da donne
  • le società cooperative o di persone costituite per almeno il 60% da donne
    • le società di capitali le cui quote di partecipazione siano per almeno i ⅔ in possesso a donne
  • imprese, consorzi, associazioni, servizi di consulenza e assistenza le cui quote siano possedute per almeno il 70% da donne
  • le imprese devono essere di piccole dimensioni, ovvero con un massimo di 50 dipendenti o un fatturato massimo di non più di 5 milioni di euro

Tali parametri relativi alla componente femminile dell’attività dovranno essere mantenuti per almeno 5 anni.

Queste direttive sono solo indicative per capire chi può beneficiare del finanziamento a fondo perduto. Ricordiamo che per avere maggiori informazioni e per partecipare al bando è possibile rivolgersi agli uffici della Camera di Commercio della propria Regione.

Noi di Affitta Presto supportiamo i giovani e le donne, e chiunque decida di dare una svolta alla propria vita dedicandosi ad avviare un progetto imprenditoriale che porterà grandi soddisfazioni. Leggi le testimonianze delle nostre affiliate Rita, Sonia e Roberta, e unisciti al nostro gruppo di imprenditori e agenti immobiliari.

Per ogni domanda siamo a tua disposizione, contattaci oppure lascia un commento a questo articolo.

2 responses on “Imprenditoria femminile immobiliare: finanziamenti e agevolazioni 2017

  1. Dilenia Pizzo

    Vorrei un po’ di informazione. E vorrei tanto iniziare un lavoro che possa portare avanti. Con le mie idee e le forze. Imprenditrice donna per le donne. Grazie

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>