Scarica il nostro E-Book

Vorresti fare carriera nell’immobiliare?
Sei un agente e vuoi diventare un imprenditore di successo?
Sei alla ricerca di maggiori soddisfazioni economiche?
La risposta è a portata di click ed è Gratis con il nostro E-Book:
“Da Agente Immobiliare a imprenditore di successo: il manuale completo“
Email
Nome
Cognome
Telefono
Ho letto e accetto l'informativa alla Privacy

Le principali cause di insuccesso del collaboratore d’agenzia

Collaboratore immobiliare

Sempre più spesso veniamo contattati da persone che si trovano in una situazione comune: si tratta di quel folto gruppo composto dalla figura del collaboratore immobiliare che, stanco della propria precarietà, comincia ad informarsi e a muoversi per saperne di più sul come diventare imprenditori.

La figura del collaboratore d’agenzia, a nostro avviso, è molto svantaggiata nel nostro settore, perché dà pochissime possibilità di fare carriera ma deve assumersi comunque gli oneri e le responsabilità di un imprenditore.

Possono essere molte le cause di insuccesso di un collaboratore immobiliare: certo, molte volte dipende dalle capacità e dalle competenze della persona, ma alcune caratteristiche contribuiscono in maniera rilevante a rendere difficile l’esperienza lavorativa del collaboratore.

Quali possono essere dunque le principali cause di insuccesso? In questo articolo abbiamo raccolto le 3 più importanti e comuni.

1. La mancanza di dinamismo

Come accennato nell’introduzione, una delle principali cause di insuccesso si trova nella poca elasticità che l’agenzia lascia ai propri collaboratori; nonostante la partita IVA e i principi della libera professione, il collaboratore si ritrova spesso a dover sottostare agli ordini del proprio datore di lavoro, che molto raramente lascia la libertà di poter collaborare con altre agenzie.

Da questo punto di vista, il paragone tra imprenditore immobiliare e collaboratore vede un marcato sbilanciamento verso il primo; diventando imprenditori infatti aumentano indubbiamente gli oneri, ma si acquisisce una maggiore libertà di esecuzione, sia geografica che operativa.

Va da sé che anche le prospettive di crescita sono completamente differenti: se da una parte ci si ritrova a svolgere ripetutamente gli stessi compiti, dall’altra si ha una maggiore possibilità di spaziare le proprie competenze, approfondendo le mansioni preferite e delegando le meno interessanti.

Scarica il nostro E-Book

Vorresti fare carriera nell’immobiliare?
Sei un agente e vuoi diventare un imprenditore di successo?
Sei alla ricerca di maggiori soddisfazioni economiche?
La risposta è a portata di click con il nostro E-Book Gratuito:
“Da Agente Immobiliare a imprenditore di successo: il manuale completo“
Email
Nome
Cognome
Telefono
Ho letto e accetto l'informativa alla Privacy

2. La perdita di perseveranza

La mancanza di dinamismo si riflette indubbiamente sulla seconda delle cause di insuccesso; per nostra natura, riusciamo ad eccellere in una mansione solo dopo un periodo di allenamento (salvo eventuali talenti naturali).

In campo professionale però, ripetere continuamente gli stessi compiti giorno dopo giorno può portare ad un’altrettanto naturale perdita di interesse, che si traduce in risultati meno prestanti e in una perdita di perseveranza, oltre che di professionalità.

Se comincia a mancare la motivazione si rischia di ritrovarsi a fare un “lavoro forzato”, con risultati potenzialmente dannosi sia per la persona che per tutta l’azienda. Riuscire a trovare una fonte di motivazione è molto più semplice se il proprio lavoro viene ricompensato adeguatamente, e questo accade molto più frequentemente nella figura dell’imprenditore piuttosto che del collaboratore.

3. La ricerca di scuse

Lo abbiamo accennato prima, e non possiamo non considerare quella che è forse la più importante tra le cause di insuccesso: la ricerca di scuse. La libera professione prevede che ci sia una formazione continua, qualsiasi sia l’ambito e a prescindere dagli anni di esperienza.

Il mancato aggiornamento delle proprie competenze è sicuramente il primo passo verso l’insuccesso, e a poco servirà dare la colpa al mercato o ai clienti che non si comportano come vorremmo. I primi responsabili della propria carriera lavorativa siamo noi stessi, e bisogna quindi lavorare costantemente sul proprio miglioramento.

Bonus: come rimediare alle cause di insuccesso

Diciamocelo: diventare imprenditori non è una passeggiata. Ci sono moltissimi aspetti da tenere in considerazione, e di certo non da la certezza matematica di trovare la strada verso il successo. Le opportunità che il mondo dell’imprenditoria dà però sono molto più varie rispetto alla figura del collaboratore, come abbiamo avuto modo di analizzare in diversi articoli.

Il franchising è la soluzione che si pone esattamente a metà tra questi due opposti: lascia la libertà di gestirsi il proprio tempo e lavoro mentre fornisce tutto il supporto necessario per l’avvio di una nuova attività, riducendo in maniera consistente anche l’impatto economico.

Se vuoi saperne di più sul mondo franchising immobiliare non esitare a contattarci: noi di Affitta Presto saremo sempre a tua disposizione per rispondere a qualsiasi tua perplessità!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>